Vivian è una nostra studentessa del corso di Tuina, è al secondo anno e le abbiamo chiesto di raccontarvi qualcosa sulla sua esperienza:

 

"A gennaio di quest'anno ho deciso di intraprendere una strada del tutto nuova.

Nella vita ambivo a diventare una studentessa di ostetricia, ma un giorno presa dallo sconforto e dalla paura di non riuscire, feci una ricerca online per trovare un'alternativa altrettanto soddisfacente. Trovai subito il sito della Amal e, interessata, presi immediatamente appuntamento per chiedere più informazioni possibili. L'impatto con la scuola fu qualcosa di mistico: l'odore di incenso avvolgeva tutto l'ingresso e il calore e la gioia di Anna sono stati in grado di coinvolgermi anche mentalmente. Decisi allora, di mollare tutto e iniziare questa esperienza. Parlo di esperienza perché per me quest'anno è stato imparare sì le nozioni base della medicina cinese, ma anche qualcosa di più. E’ stato occuparsi della vita nella vita, è stato prendersi cura delle persone e di se stessi nella globalità di mente e corpo distaccando finalmente l'abitudine occidentale di scomporre e opporre il complesso della struttura umana. Ho trovato nei compagni di corso una famiglia, e nei docenti l’amore di trasmettere, più che di insegnare la loro conoscenza in materia. 

Nulla è al caso nella vita, e gli sforzi mentali e fisici per imparare nel particolare la dottrina del Tui Na sono notevoli, ma non c’è nulla di più appagante di quello che significa sostenere infondendo armonia con le proprie mani a chiunque e in qualsiasi momento, entrando in sintonia con la non dualità di vita e ambiente."